giovedì 22 ottobre 2009

ALICE COOPER - Hey Stoopid (1991)












Tittle tracks:
1. hey stoopid
2. love's a loaded gun
3. snakebite
4. burning our bed
5. dangerous tonight
6. might as well be on mars
7. feed my frankenstein
8. hurricane years
9. little by little
10. die for you
11. dirty dreams
12. wind-up toy

Dati tecnici:
GENERE: Hard Rock
DURATA: 00:56:14
ANNO D'USCITA: 1991
ETICHETTA: Epic records

Formazione:
Alice Cooper - Voce, Armonica
Stef Burns - Chitarra
Hugh McDonald - Basso
Mickey Curry - Batteria

Contributi:
Joe Satriani - Chitarra nelle tracce 1, 4, 7, 9, e 12
Vinnie Moore - Chitarra nelle tracce 8 e 11
Steve Vai - Chitarra nella traccia 7
Slash - Chitarra nella traccia 1
Nikki Sixx - Basso nella traccia 7
Mick Mars - Chitarra nella traccia 10
Ozzy Osbourne - Voce nella traccia 1

Official website:

Recensione:
Dopo un periodo di crisi compositiva, l'oscura stella dell'hard rock americano, Alice Cooper, si risolleva con questo strepitoso album, arricchito dalla partecipazione di guitar-hero come Steve Vai, Joe Satriani, Vinnie Moore, Slash e Ozzy Osbourne nelle backing vocals. Il risultato è un album melodico ma molto molto coinvolgente, che fin da subito ha ottenuto grande successo. La tittle-track apre bene l'album, facendo persino riflettere con un testo a sfondo sociale, intrisa di critica verso coloro che definendosi suoi fans prendono troppo sul serio il suo messaggio, finendo per confondere realtà e finzione.

Molto melodiche le successive "Love's a Loaded Gun" e "Sankebite", mentre con "Burning Our Bed" abbiamo una ballad hard rock molto malinconica nell'esecuzione stilistica.
La voce un pò maligna e accattivante del caro vecchio Cooper la si ritrova nella successiva "Dangerous Tonight", che è sicuramente uno dei brani più belli dell'album, melodica ma base strumentale più netta e graffiante.
"Might As Well Be On Mars" è lenta e strisciante ma tocca acumi lirici molto profondi, con un pathos
davvero elevato. "Feed My Frankenstein"(scritta assieme ai Zodiac Mindwarp), "Little By Little" e "Dirty Dreams" sono un passo nel vuoto sui temi horror tipici dello stile di Alice Cooper.
L'album si conclude con "Die For You"(con Nikki Sixx e Mick Mars dei Motley Crue), "Dirty Dreams" e "Wind - Up Toy" che sempre molto melodicamente raccontanto incubi agghiaccianti.
Un ottimo album che qualsiasi estimatore della buona musica dovrebbe avere nella sua collezione, in particolare i fans della strega Alice.

a cura di Arthur McPaul

Nessun commento:

Posta un commento